La partecipazione è l'anima della democrazia

La partecipazione è l'anima della democrazia

Che figura ....

Descrivere una Regione come invasa da immigrati, non solo non rende giustizia alla verità, ma evidenzia un celato disprezzo verso altri esseri umani cui gran parte dei siciliani non si riconosce. Il presidente della Regione Sicilia dovrebbe svestirsi dei panni e dalle sue convinzioni politiche e personali poiché nell'esercizio della sua carica rappresenta tutti i siciliani, ed è alquanto disonorevole consegnare la loro dignità nelle mani di un leghista che per tradizione ed ideologia fondante del suo movimento ha avuto sin dai suoi albori come pilastro portante la discriminazione del meridione e dei meridionali. Certamente, nessuno lo nega, esiste un problema immigrazione, come è certo che il governatore siciliano, con i poteri che lo statuto gli concede, può far valere le sue ragione sul tavolo dei ministri e nelle sedi opportune. Ed è quello che speravamo facesse. Con la sua ordinanza farsa, per il semplice motivo che non ha le competenze in materia e nemmeno quelle di disporre della forza pubblica, non solo ha cercato di nascondere le sue deficienze in ambito sanitario e nella lotta contro il Covid, ma ha reso risibile e umiliante il popolo siciliano, da lui rappresentato, facendoci apparire agli occhi del mondo come incompetenti nella migliore delle ipotesi, come allocchi nella peggiore.