La partecipazione è l'anima della democrazia

Democraziamo insieme

La partecipazione è l'anima della democrazia

Democraziamo insieme

Con atto del 10/04/2019 veniva indetta una gara d’appalto per la “Concessione del servizio per la gestione delle aree pubbliche destinate alla sosta a pagamento di veicoli ubicate nel territorio del comune di Modica e nel parcheggio multipiano di viale Medaglie d’oro”. Erano previsti n. 609 stalli a raso nel territorio del Comune più 40 stagionali a Marina di Modica. A questi si aggiungevano n. 205 stalli nel parcheggio di Viale Medaglie d’Oro. Al punto 3.4 del bando si legge l’obbligo per l’aggiudicatario dell’appalto di effettuare tutte le opere necessarie per la messa in funzione del parcheggio di Viale Medaglie d’Oro essendo previsto al punto 6 il sopralluogo obbligatorio degli interessati al bando per avere esatta cognizione degli obblighi cui sarebbero andati incontro. Non si legge l’istituzione di bus navetta dal parcheggio verso il centro che quindi rimane una delle tante leggende metropolitane di Modica. Nel capitolato d’appalto, a firma del responsabile P.O. del Settore VIII, si individuano le fasce orarie di” funzionamento” delle strisce blu ossia, per gli stalli a raso, dalle 08,30 alle 13,30 e dalle 16,00 alle 21,00 dei giorni feriali. All’art. 4 si prevede la facoltà per l’Amministrazione di variare il numero degli stalli. Cosa che puntualmente accade con la delibera di Giunta n. 168 del 26 maggio 2021 ove il responsabile P.O. del Settore VIII, propone l’individuazione di un totale di 721 stalli a raso sul territorio cittadino e n. 88 stalli a Marina di Modica. Le motivazioni addotte riguardano le mutate condizioni di viabilità e di esigenze di parcheggio intervenute dal 2018, anno della decisione di un nuovo contratto di appalto, a oggi. Tra queste esigenze vengono citate anche le intervenute “pedonalizzazioni” per incentivare il turismo: un sintetico temine burocratico per spiegare che concedendo ai privati la possibilità di istallare “dehors” poi tradotti (a spese di tutti noi) in ampliamenti di marciapiede, adesso vengono a mancare spazi dove mettere le strisce blu che tuttavia occorre allocare da qualche altra parte per non diminuirne il numero totale. Questa la cronistoria giuridica del perché i modicani oggi vedono Modica tutta a strisce blu. Sul piano politico osserviamo che l’Amministrazione comunale ha venduto gli interessi dei propri cittadini al giusto equilibrato rapporto tra parcheggi a pagamento e parcheggi liberi alle esigenze economiche dell’operatore privato che, non potendo mettere in funzione il parcheggio di Viale Medaglie d’Oro, deve in ogni caso far quadrare i bilanci. E ha trovato un sindaco, sensibile alle leggi di mercato, subito pronto a venire incontro a queste esigenze economiche perché anziché imporre al privato il rispetto del contratto e quindi l’apertura del parcheggio di viale Medaglie d’oro, anche dal fine di decongestionare il traffico sul corso Umberto, ha preferito concedere l’ampliamento a dismisura degli stalli a raso sul territorio cittadino. A questo si aggiunga lo strano modo di intendere l’incremento del turismo che si legge in delibera: a Marina di Modica, infatti, l’orario delle strisce blu viene previsto dalle 09,00 alle 16,00 e dalle 17,00 alle ore 01,00 del giorno successivo con un ritocco in aumento della tariffa rispetto al resto del territorio. La classica equivalenza turista=pollo da spennare. Notiamo, infine, che non vi è alcuna previsione di esenzione per i disabili qualora fossero impossibilitati a trovare posto nelle aree, poche, a loro riservate. Questa è l’ Amministrazione Abbate.

Ezio Castrusini

Partito Democratico Circolo di Modica

P.S.: Sul nostro sito (www.pdmodica.it) pubblichiamo l’allegato B del Capitolato recante l’iniziale individuazione dei parcheggi a pagamento e l’elenco definitivo delle stesse con la delibera n. 168 in modo tale che tutti gli interessati possano valutare liberamente. Da notare che nell'elenco definitivo il totale degli stalli previsti "pudicamente" scompare...